Nuraghe Inus

Tipo Punto: 
Nuraghe
Sito Archeologico
Località: 
Siris
Il nuraghe Inus, noto anche come “Pranu Nuracci”, è situato a quota m 439 s.l.m. nei pressi del margine sud-orientale di un piccolo altopiano denominato “Tanca Manna”, posto sul versante sud-occidentale del Monte Arci, in un bosco di lecci e roverelle, a circa 3 chilometri dal centro abitato. La posizione di ampio dominio visivo verso la vallata sottolinea la funzione di controllo della via di penetrazione che da SO porta ad est e a nord verso il Monte Arci. L’area archeologica, comprende i resti di un nuraghe complesso in pietra basaltica e di un vasto villaggio circostante e dovette essere sede di insediamento già in età prenuragica.
Il nuraghe, oggetto di due campagne di scavo archeologico nel 2002-2003 dirette da Emerenziana Usai della Soprintendenza, è di tipo complesso. La torre centrale, emergente per circa m 2,90 dal crollo, è costruita in opera poliedrica con l’utilizzo di massi in basalto polimorfi messi in opera in filari discontinui e irregolari. Si individuano a SO un ingresso architravato dal quale si accede alla camera, di forma ellittica. 
Intorno alla torre centrale sono presenti tre torri raccordate da cortine.
Di queste quella ad est, rilevabile per m 13 e visibile per nove filari, con un’altezza massima di circa m 2,50, delimita il mastio ad oriente.
A sud la cortina si unisce ad un altro tratto di paramento murario compromesso dal crollo. La cortina est si raccorda a nord senza soluzione di continuità ad un’altra torre ubicata a settentrione del mastio, di forma circolare, visibile per solo tre filari a ovest. La cortina ovest, lunga circa m 8 e visibile per un’altezza massima di tre filari, sembra raccordarsi alla torre nord con andamento rigido. Il collegamento di tale cortina con la torre ovest non è ancora leggibile.
Fonte: Mont 'e Prama e i Monumenti Nuragici dell'Oristanese - Delfino Editore - Autori: Emerenziana Usai/Raimondo Zucca

Posizione

GPS: Lat. 39° 43' 27.2892" N - Lon. 8° 45' 28.6092" E